Da oltre tre decenni, Maurelli Group è una società leader nel settore dei Truck. Nata come impresa locale, con la sede centrale a Capua (Caserta) dove ancora è situato il quartier generale, oggi rientra nei top player del settore.

Il Gruppo Maurelli si compone di quattro differenti realtà aziendali: vendita di ricambi, distribuzione attraverso la rete logistica diramata su tutto il territorio nazionale, assistenza post-vendita e formazione professionale.

Una società che negli ultimi anni ha dimostrato di saper cavalcare i cambiamenti ed essere al passo con l’innovazione, sfruttandola a proprio vantaggio.

Nonostante lo sguardo al futuro, la società è ben ancorata alle proprie radici storiche e familiari. Proprio per questo abbiamo intervistato Karina Biondi, che dirige l’area amministrativa e creditizia ed è moglie del fondatore, Giacomo Maurelli.

Giacomo Maurelli e Karina Biondi

 

Partiamo dall’inizio. Da cosa è nata l’idea di Giacomo Maurelli di fondare un’azienda di distribuzione ricambi per veicoli industriali?

«La storia della famiglia Maurelli è legata da ben quattro generazioni al settore dei veicoli industriali e la scelta di questo mondo si deve al nonno di Giacomo, che intraprese l’attività di rappresentante di ricambi, andando così a tracciare le linee guida che le generazioni successive non hanno abbandonato.

Giacomo ha saputo raccogliere gli insegnamenti del padre Eduardo per dare vita al Gruppo Maurelli. La nostra azienda, nonostante la sua incredibile espansione, è ancora spiccatamente a conduzione familiare in quanto sia io che Giacomo siamo impegnati in prima persona affinché Maurelli Group sia sempre sulla cresta dell’onda; inoltre, ci rende particolarmente orgogliosi sapere che i nostri figli, Eduardo e Giulia, proseguiranno il lavoro iniziato più di 30 anni fa».

 

Maurelli Group ha oltre 30 anni di esperienza nel settore, 26 filiali in Italia, 2 all’estero (Polonia e Malta), più 250 dipendenti con oltre 50.000 prodotti gestiti in magazzino. Qual è stato il processo che ha portato a questi numeri?

«Abbiamo saputo affrontare gli anni della crisi mondiale senza mai rallentare il ritmo, andando avanti sempre con la grinta che ci contraddistingue ed affacciandoci a mercati e contesti nuovi, da dove trarre l’energia e la forza necessarie per rafforzarci mentre gli altri perdevano terreno e preziose quote di mercato. Il risultato è un gruppo forte, in espansione, non solo nei confini nazionali ma anche all’estero, con un costante incremento delle risorse che, a vario titolo, contribuiscono alla creazione del nostro valore aggiunto».

 

Come siete passati da realtà regionale a realtà nazionale e internazionale e qual è stata l’evoluzione che ha portato a questa espansione commerciale negli anni?

«Il segreto del successo di Maurelli Group passa attraverso l’innovazione, senza mai dimenticare il passato: il Gruppo punta fortemente sulla formazione delle risorse umane. Investiamo capitali, tempo ed energia nello sviluppo e nell’accrescimento delle competenze di tutti coloro che contribuiscono a creare quel valore aggiunto che ci differenzia dai nostri competitor e che porta i nostri clienti, in costante aumento, a sceglierci ogni giorno.

Il plus dell’offerta Maurelli Group è sicuramente l’aver aggiunto al core business, dato dalla distribuzione di ricambi Originali, AfterMarket e dei ricambi a marchio GAM Technic, una serie di servizi complementari che vanno dall’assistenza post-vendita alla manutenzione, dalla formazione al soccorso stradale; in questo modo abbiamo creato un pacchetto di servizi inimitabile capace di unire flessibilità, professionalità ed unicità.

La nostra mission è dare a tutti i nostri clienti, sia italiani che esteri, soluzioni sempre più affidabili, precise e personalizzate su ciascuna richiesta».

 

Il vostro fatturato è aumentato di oltre l’11% nel 2017. Qual è il segreto del successo del Gruppo Maurelli?

«La crescita di Maurelli Group ha seguito ritmi vertiginosi negli ultimi anni a conferma che solo le competenze e la passione, che permeano tutta la nostra rete, possono ispirare le scelte più rischiose e coraggiose che, allo stesso tempo, si rivelano precorritrici delle evoluzioni. Inoltre, l’esperienza e la solidità aziendale rappresentano indubbiamente il surplus di cui il nostro gruppo beneficia e che ci distacca dai nostri competitor.

Posso affermare, con una certa fierezza, che l’area amministrativa e creditizia, di cui sono a capo, ha saputo sempre bilanciare in modo corretto la rigidità, necessaria nei periodi della crisi globale, con la flessibilità per giungere a valutazioni puntuali e mirate di ogni singolo caso.

Anche per quest’anno che volge al termine i numeri sono assolutamente positivi: chiuderemo l’anno 2018 registrando una crescita a due cifre».

 

Quali sono i vostri prossimi progetti?

«L’obiettivo della crescita non può che passare per nuove idee e traguardi innovativi da raggiungere, senza trascurare le strategie vincenti che Maurelli Group persegue da anni.

Da poco abbiamo aperto un nuovo centro logistico a Verona, che ci consentirà di incrementare ulteriormente l’efficienza e la rapidità del servizio che offriamo ai nostri clienti. Tra i progetti da realizzare non manca l’apertura di nuovi punti vendita, sia a copertura delle poche aree ancora scoperte sia ad ulteriore perfezionamento di quelle già toccate dalla bandiera Maurelli.

Allo stesso tempo stiamo realizzando due nuovi importanti programmi di sviluppo resi possibili dalle preziose partnership stipulate: il primo è relativo all’apertura di shop point nei principali porti Italiani, grazie alla collaborazione con A.L.I.S, l’Associazione di categoria che riunisce gli operatori del mondo dei trasporti con l’obiettivo fondamentale di migliorarne la competitività in Italia e all’estero. L’altro programma invece è frutto della cooperazione con Fraikin, leader in Europa nel noleggio di veicoli commerciali ed industriali, che ci consentirà di entrare nel ricco settore del noleggio».

 

All’interno di Maurelli Group ci sono diverse società che ne fanno parte: Maurelli Distribuzione SpA, Maurelli SpA, Formau Srl, e Interservice SpA. Tante anime di un unico gruppo?

«La peculiarità di Maurelli Group è data dalla capacità di soddisfare qualsiasi tipo di richiesta in materia di truck & trailer, grazie alle competenze nel proprio core business che le singole società hanno saputo sviluppare nel tempo, generando un mix unico e particolarmente proficuo.

Maurelli Group ha un magazzino di ben 30.000 mq in cui trovano posto più di 50.000 prodotti sempre disponibili che vengono distribuiti attraverso tuttele filiali presenti sul territorio nazionale ed estero».

 

Ci parli del progetto MTruck, il network strutturato dedicato al mondo dei mezzi pesanti composto da oltre 100 officine partito all’inizio di quest’anno.

«MTruck è l’innovativo progetto dedicato alle officine garantite dal vessillo Maurelli. Partito ufficialmente nel 2018, dopo appena due anni di analisi e sviluppo, il progetto è ormai a pieno regime, dando così forma concreta a quella che fino a qualche anno fa era solo una visione nella mente di Giacomo, che ne ha fortemente voluto la realizzazione.

Oggi MTruck è un network strutturato dedicato al mondo dei mezzi pesanti, che conta oltre 100 officine opportunamente selezionate e dislocate su tutto il territorio nazionale.

La sua mission è duplice: garantire una copertura territoriale di soccorso su strada per veicoli commerciali e industriali e allo stesso tempo erogare servizi e prodotti con l’obiettivo di una crescita sinergica con le imprese aderenti al network.

Queste sono solo alcune delle prerogative del nostro ambizioso progetto, che punta a creare una rete sempre più fitta di officine».

 

Da quanto tempo siete assicurati con Euler Hermes e quali benefici avete riscontrato da questo rapporto?

«La collaborazione con la Euler Hermes inizia nel 2014 e prosegue tutt’ora attraverso una condivisione di informazioni che aiutano entrambe le parti ad analizzare e valutare le situazioni creditizie dei buyer. L’attività quotidiana viene svolta dal coordinatore Davide De Micco e il team dell’Area Credito, con la mia supervisione soprattutto nei casi che meritano una particolare attenzione. Attraverso le richieste fatte alla Compagnia, ogni giorno vengono prese decisioni di credit limit su clienti nazionali ed esteri diventando pertanto uno strumento imprescindibile per lo sviluppo commerciale di Maurelli Group».